Il Liceo sul "Treno della memoria"

Partono stamattina con "Il treno della memoria" gli alunni Eleonora Scarpitta della IV B e Giuseppe Lembo della IV C. I ragazzi sono stati selezionati per merito e per la loro partecipazione al progetto "Eutopia: Storie di migranti - Le moderne Odissee", ideato dalla Prof. Scimonelli e svolto nel corso di quattro anni con la collaborazione di Solidalia, degli Amici del Terzo Mondo, dello SPRAR di Marsala. Grazie al progetto, volto a sensibilizzare i ragazzi alla tematica dell'accettazione del "diverso" e contro ogni forma di razzismo, il Liceo è annoverato tra le scuole associate all'UNESCO ed è presente con un lavoro multimediale su Rai Scuola.
Eleonora e Giuseppe, che hanno partecipato nei giorni scorsi alla mostra "Il filo della memoria e del ricordo" al Complesso San Pietro, raccontando attraverso foto e video il percorso del loro progetto di accoglienza dei migranti e contro il razzismo, partono oggi per un viaggio che li porterà a Berlino dal palazzo del Reichstag, dove vennero prese le decisioni determinanti, ai Memoriali ed al Museo Ebraico e al campo di Sachsenhausen, per condurli poi in Polonia, al ghetto di Cracovia, alla fabbrica di Schindler ed al Campo di Auschwitz-Birkenau. Un viaggio nelle pieghe più oscure dell'animo umano, attraverso la prevaricazione e l'odio, che agirono con la complicità determinante dell'indifferenza, fino alla pur flebile speranza della disubbidienza civile di alcuni, guidati dall'humanitas.

Il gruppo dei ragazzi, provenienti da tutte le scuole superiori della città, è accompagnato da un docente del Liceo Pascasino e dalla docente di Storia e Filosofia Maria Pantaleo.

Si ringrazia l'amministrazione comunale per l'occasione di crescita offerta ai nostri ragazzi, nell'auspicio che le nuove generazioni conservino la memoria e usino l'intelligenza per cogliere ogni pericoloso segno di odio e di indifferenza perché mai debbano scriversi ancora certe pagine di Storia.