Articoli

CIRCOLARE N. 317 - VALORIZZAZIONE MERITO DOCENTI

Ai docenti

 Il Comitato per la valutazione dei docenti di questa scuola, istituito ai sensi dell'articolo 11 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, come sostituito dal comma 129 dell'art. 1 della Legge 107/2015, ha deliberato il 01 agosto 2019 i criteri per l'attribuzione del bonus ai docenti, pubblicati a questo  LINK come da commi 127-129 della Legge 107/2015. 

 La valutazione attraverso i criteri deliberati dà luogo ad un procedimento di attribuzione sulla base di una  Dichiarazione personale resa ai sensi del DPR 445/2000, da compilare  in word o pdf e inoltrare, a cura del docente partecipante, su modello appositamente predisposto dalla scuola (DICHIARAZIONE PERSONALE) entro e non oltre il 31 agosto 2019

La dichiarazione potrà non riportare la firma autografa se perverrà da indirizzo di posta istituzionale ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). In caso contrario il documento dovrà riportare la firma autografa e dovrà essere scansionato.

La presentazione di tale dichiarazione NON è prerequisito OBBLIGATORIO di accesso al bonus nè è istanza di partecipazione, ma risulta opportuna in quanto il documento costituisce scheda di autovalutazione sulle attività di didattica, formazione e organizzazione valutabili secondo i criteri deliberati dal comitato di valutazione; essa, inoltre, permette al Dirigente Scolastico di avere una visione organica su quanto documentato nel fascicolo personale e su quanto ulteriormente documentabile dal docente.

 E' opportuno sottolineare il carattere proattivo, l’orientamento al miglioramento e all’auto-miglioramento dei criteri e la loro dimensione partecipativa. Il processo valutativo, infatti, è organizzato per essere anche un’importante opportunità per stimolare e orientare il docente in un percorso di auto-osservazione nell’ottica del miglioramento continuo e della qualità totale dell’espressione professionale dei singoli docenti e delle pratiche didattiche e organizzative,  non per mera esigenza valutativa- distributiva, ma per un miglioramento progressivo da cui tragga beneficio il docente e l’intera comunità scolastica. 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Fiorella Florio